BUON CARNEVALE

BUON CARNEVALE
Immagine dell'amica grafica Greis Greis - Clic sull'immagine per andare al suo sito

Dove trovarmi

giovedì 19 gennaio 2017

Come cercare trovare GIF animate pronte da inviare con WhatsApp

Chi non usa le faccine GIF utilizzando i social network più usati quali FaceBook, WhatsApp, Messaggi, ecc. alzi la mano ... :D ed ora un altra chicca per chi vuole avere sempre queste GIF pronte per inviare.
Il mio amico Vinnie informa che appunto su WhatsApp è stata messa a disposizione una funzione di ricerca di GIF vale a dire le brevi immagini animate che diventano incisive per il messaggio che si invia.
La ricerca delle GIF è diventato uno strumento integrato in queste chat testuali attraverso il quale sarà possibile, sfogliando la galleria oppure digitando una parola chiave, selezionando quella desiderata per  inviarla assieme al messaggio.
Siamo abituati a vedere - la seguente immagine - che ho preso dal post di Vinnie ma forse non tutti avranno notato il pulsantino "GIF" che dovrete cliccare per scegliere quella che vorrete inviare.





Ci sono ancora altre istruzioni ed immagini che però è meglio andiate a vedere di persona al post di
GUIDAMI.Info - Link diretto QUI

Su questa stessa pagina troverete anche un link che vi informa sul come convertire un Video in una GIF su WhatsApp e le due funzioni sono separate ma allo stesso tempo collegate.

Mi rendo conto che è un post corto ma tutto quello che concerne l'informatica e le sue applicazioni per cell. ecc. è meglio leggerli direttamente in quanto il riporto o è sul tipo copia/incolla per cui inutile meglio andare alla fonte, oppure interpretato in un modo forse troppo personale senza volutamente fare un errore.
Si impara meglio con un unica lezione - originale che con un riporto della stessa.

Spero che la chicca vi possa divertire in quanto per una vera utiltà sono molto scettica.

Buona giornata.
 



Stampa il post

martedì 17 gennaio 2017

Piccoli sformati di mais (polenta) al latte e fonduta di formaggio

Stò sperimentando alcune ricette che mi ero salvata in cartaceo ed appunti vari che ..sono diventati poco leggibili :D  A noi la polenta o farina di mais piace molto sopra tutto in inverno accompagnata con dei saporitissimi brasati, selvaggina (quando si trova) e/o anche semplicemente pasticciata ai formaggi oppure fritta quando del giorno dopo.
Andando indietro nel tempo della mia infanzia e parliamo degli anni 47-52 quando ancora non c'erano grandi possibilità di acquisti alimentari mancando il vil denaro - allora LIRA ancora con le pezzature da 1-2-3-10 e le famose monetine. 
La polenta o farina di mais era un alimento che si trovava a buon mercato ma non cosi raffinato come quello di oggi ma macinato grosso e scuretto altro che giallo paglierino..... però, saziava moltissimo. Chi poteva mescolava l'acqua con un pò di latte e come condimento si acquistava dei pezzi di sugna o grasso a pezzi che si faceva sciogliere e le cosidette "frizze" i pezzi che restavano dopo che era tutto sciolto faceva da condimento alla ...polenta. Infatti in quelli anni esisteva una malattia che si chiamava "pellagra".
Potete leggere QUI di cosa trattasi io vi do un indicazione....
" La pellagra è una malattia causata dalla carenza - in quel periodo solo carenza e non mancato assorbimento, delle vitamine del gruppo B e le altre necessarie per la sua sintesi.  La vitamina si trova presente nei prodotti freschi quali latte, verdure, cereali che in quel periodo nessuno o quasi aveva i soldi per acquistare costavano troppo e quindi, la patologia si presentava tra quelle popolazioni e/o individui che si nutrivano esclusivamente come loro alimento base della polenta che poteva essere di sorgo (saggina) o di mais che era la migliore come prodotto" ........
....... continua sul link e l'info. tratto dallo stesso.

Infatti in quel periodo moltissimi bambini ma anche adulti soffrivano di pellagra proprio per la mancanza delle vitamine e magari non sempre per eccessivo consumo della polenta.

A parte questo ricordo, andiamo alla ricetta che dalla composizione degli alimenti "la pellagra" non l'avrebbe avuta nessuno :D :D

Ingredienti per 4 persone

150 g di farina di mais precotta bianca o gialla
100 g di farina 00 + altra per infarinare gli stampini
3 uova
750 ml di latte
100 g di burro
200 g di formaggio io ho scelto il taleggio
75 ml di panna fresca
1 rametto di timo facoltativo
sale - pepe 


Procedimento

Partiamo dalle formine ovvero quelle che avevo a casa io molto adatte da usare velocemente e sufficientemente


grandi per una singola porzione.
Mescolate assieme le due farine, mi raccomando usate la farina precotta quella che cuoce poi in 5 o 10 minuti a secondo della marca e confezione. In una casseruola dai bordi alti mettete a scaldare il latte assieme a 80 g di burro. Versate a pioggia le farine mescolando velocemente per non fare grumi.

Consiglio: 
per mescolare meglio spostate la casseruola dal fuoco incorporate e poi rimettete sul fuoco subito non rischiate di scottarvi.

Fate cuocere a fuoco dolce per una 20ina di minuti circa. Se l'insieme vi sembra troppo compatto aggiungete ancora dell'acqua circa 200-250 ml di acqua calda che è più facile avere a disposizione. La polentina deve essere morbidissima perchè la dovrete far raffreddare prima di aggiungere gli altri ingredienti e quindi tende a solidificarsi.
Dividete i tuorli dagli albumi. 
I tuorli li aggiungerete uno alla vola alla polentina, mentre monterete gli albumi a neve dura con un pò di sale e l'aggiungerete delicatamente alla polentina.
Spolverizzate le formine con un pò di farina che aderirà perfettamene essendo le stesse scanellate e versate la polentina non proprio fino all'orlo.

 Prima..... e dopo vedete che i sformati sono leggermente cresciuti


Infornate a 180° per 15-20 minuti .

Nel frattempo fate fondere in una piccola caseruola il formaggio taleggio o quello che avrete scelto assieme alla panna e se vi sembra molto denso aggiungete un pò di latte.


Sfornate questi sformati capovolgendoli e nappateli con la salsa al formaggio. Guarnite con un pò di timo se l'avete e servite caldissimo.




Buon appetito.

NOTA Affluente


Ho usato come dicevo il taleggio che è perfetto per la facilità di fondere e per il sapore tenace ma non aggressivo. Avevo a casa ancora un pò di gorgonzola e l'ho aggiunto ed il risultato è stato perfetto. Se lo preferite potete fondere anche due tipi diversi di formaggio che sono di vostro gradimento.


Siccome come che vedete dalla immagini le formine erano 4, le due che sono avanzate le ho usate il giorno dopo tagliandoli a fette e facendole dorare in padella senza alcun aggiunta di grassi. Il formaggio e la panna incorporata erano sufficienti.
Ho preparato una salsina con dei pomodori datterini quasi un confit come vedete dall'immagine mettendo pomodorini tagliati a metà conditi con un pò d'olio, origano, sale e un velo di zucchero. Quando appasiti schiacciarli e condire gli sformatini.



Nulla vi vieta di riproporli con altra salsina al formaggio con ingredienti primari diversi. Ottimi spazzolati. Contorno... una fresca insalata mista.



Stampa il post

domenica 15 gennaio 2017

Intermezzo Domenicale !!!!.... "Salone dei Cinquecento a Palazzo Vecchio - Firenze

Da un pò non ho parlato dei capolavori d'Italia perchè fare un post, su tante meraviglie sparse per la nostra penisola di conosciute per il grande afflusso turistico oppure visitato solo da pochi che sono quelli alla ricerca dei capolavori nel mondo, sarebbe troppo restrittivo raccontarlo solo qui specialmente per bellezze antiche.
Come vi ho detto tantissime volte oggi come oggi si ha la fortuna di avere a disposizione un enciclopedia mondiale che è rappresentata dal WEB che viene chiamato anche INTERNET ma non è la stessa cosa.

Rete Internet   
è uno dei servizi internet che permette il trasferimento e la visualizzazione dei dati.

Web  
è uno dei servizi internet che permette il trasferimento e la visualizzazione dei dati, sotto forma di ipertesti.  Tutto ciò che normalmente vediamo sul browser (Internet Explorer, Chrome, Firefox, ecc.). Oltre al web esistono altri servizi internet come la posta elettronica,  i newsgroup, i trasferimenti FTP, ecc.

Se volete altre informazioni molto interessanti da dove io ho prelevato queste informazioni andate a questo LINK
Tutto ciò che normalmente vediamo sul nostro browser. http://www.andreaminini.com/web/internet/differenza-tra-internet-e-web
è uno dei servizi internet che permette il trasferimento e la visualizzazione dei dati, sotto forma di ipertesto. Tutto ciò che normalmente vediamo sul nostro browser. http://www.andreaminini.com/web/internet/differenza-tra-internet-e-web
La rete internet è l'infrastruttura tecnologica dove viaggiano i dati. Può essere immaginata come una specie di ferrovia digitale, con i propri binari ( canali ), stazioni ( server ) e regole ( protocolli ). http://www.andreaminini.com/web/internet/differenza-tra-internet-e-web
La rete internet è l'infrastruttura tecnologica dove viaggiano i dati. Può essere immaginata come una specie di ferrovia digitale, con i propri binari ( canali ), stazioni ( server ) e regole ( protocolli ). Il web è uno dei servizi internet che permette il trasferimento e la visualizzazione dei dati, sotto forma di ipertesto. Tutto ciò che normalmente vediamo sul nostro browser. Oltre al web esistono altri servizi internet come la posta elettronica, i newsgroups, i trasferimenti FTP, ecc. http://www.andreaminini.com/web/internet/differenza-tra-internet-e-web
La rete internet è l'infrastruttura tecnologica dove viaggiano i dati. Può essere immaginata come una specie di ferrovia digitale, con i propri binari ( canali ), stazioni ( server ) e regole ( protocolli ). Il web è uno dei servizi internet che permette il trasferimento e la visualizzazione dei dati, sotto forma di ipertesto. Tutto ciò che normalmente vediamo sul nostro browser. Oltre al web esistono altri servizi internet come la posta elettronica, i newsgroups, i trasferimenti FTP, ecc. http://www.andreaminini.com/web/internet/differenza-tra-internet-e-web
La rete internet è l'infrastruttura tecnologica dove viaggiano i dati. Può essere immaginata come una specie di ferrovia digitale, con i propri binari ( canali ), stazioni ( server ) e regole ( protocolli ). Il web è uno dei servizi internet che permette il trasferimento e la visualizzazione dei dati, sotto forma di ipertesto. Tutto ciò che normalmente vediamo sul nostro browser. Oltre al web esistono altri servizi internet come la posta elettronica, i newsgroups, i trasferimenti FTP, ecc. http://www.andreaminini.com/web/internet/differenza-tra-internet-e-web

Questa volta andiamo a Firenze per parlare di una delle tante meraviglie conosciute al grande pubblico ma anche solo per pochi  che si trova al Palazzo Vecchio ed è il Salone dei Cinquecento.
Il Salone dei Cinquecento è la sala più grande e importante sotto il profilo storico-artistico di Palazzo Vecchio a Firenze. Questa sala è imponente ha una lunghezza di 54 metri con una larghezza di 23 ed un altezza di 18 metri. Per volume è la più grande sala in Italia creata per la gestione del potere civile.
L'ultimo restauro risale al 2000-2001.
Fu costruita in un solo anno e precisamente il 1949 da Simone del Pollaiolo detto il Cronaca e da Francesco di Domenico su commissione di GEROLAMO SAVONAROLA che 4 anni dopo fu dichiarato eretico e scomunicato da Papa Alessandro VI è giustiziato. Questo frate ferrarese era infatti il signore di Firenze dopo la cacciata di altro personaggio dell'epoca. Fu promotore di una riforma in senso popolare e plebisictario delle istituzioni della Repubblica fiorentina per fare in modo che i cosidetti uomini di fiducia potesso accedere al potere. Savonarola dispose che fosse creato il Consiglio dei Cinquecento o Maggior Consiglio formato proprio da 500 cittadini in modo di spalmare il potete decisionale sulla popolazione e rendere cosi più difficile il controllo del potere da un singolo. Il modello era stato copiato su quello di Venezia ovvero il Consiglio maggiore.

Questo è solo un piccolo stralcio preso dal WIKI e parzialmente accorciato  da me.
Quello che si può vedere alla visita di questa sala è incredibile. Ci sono quadri, statue, ecc. di Michelangelo, Vasari, Leonardo da Vinci, una serie delle 12 Fatiche di Ercole (statue), ecc. ecc. una raccolta artistica imponente e meravigliosa.
Io vi do il LINK  alla pagina di Wiki che vi consiglio di andare a curiosare è incredile le nozioni e la storia che troverete.
Vi metto alcune immagini tratte sempre da Wiki che sono splendide.

 La veduta della sala

 Il Salone dei Cinquecento

 Pisa attaccata dai fiorenti del Vasari

Apoteosi di Cosimo I, soffitto

Penso che mi fermo perchè ci vorrebbero due-tre post per parlare ampiamente dell'argomento e sarebbe restrittivo in quanto dovrei fare come si dice "riassunto". E' meglio che ognuno lo legga da se e può scorrere in questo modo sulla pagina le notizie nella Storia che gli possono interessare di più rispetto ad altre.
Ho messo un immagine di un quadro di Giorgio Vasari, perchè è un personaggio nella Firenze di allora molto oscuro e credo che molti non lo sanno come il suo famoso quadro "Inferno" che raffigura il poema del Sommo Dante molto particolare un imbuto al rovescio..... alla prossima ...domenica.

Vi auguro una buona domenica ed una buona lettura su Wiki magari con un tazza di cioccolata e davanti al camino schioppetante comunque in pieno relax. Leggetela come una storia del passato che però non vi annoierà per niente.

Ciaoooooo (il nome scritto cosi si adatta al tempo...)


NOTA Affluente
Firenze, in particolare i suoi palazzi e non solo racchiudono delle chicche artistiche e storia del passato incredibili. Nozioni ed informazioni che si studiano a scuola ma si approfondisce solo da chi segue l'instradamento artistico, per gli altri è solo un infarinatura. Ci sono tantissime cose che ho scoperto nelle mie ricerche che ritengo siano rimaste un pò nascoste o rese poco pubbliche perchè forse non remurenative nell'esporle con costi di servizio ecc.
Vediamo cosa ho rovato e come lo potrò condividere perchè alle volte l'argomento è cosi vasto che farne un riassunto sarebbe ristrettivo e non servirebbe allo scopo.. della condivisione. Vediamo come posso e potrò condividere.
Buona domenica ciaooo.

Stampa il post